Michela di Lanzo

Illustratrice abruzzese, nota identificativa questa, perché della sua terra arcaica
ne fa il motore di spinta narrante di una realtà in cui l’uomo quasi non esiste.

Gli animali, i tempi lunghi della natura, prendono il sopravvento per raccontare le storie di tradizione orale,
la favola, una metafora per esorcizzare i mali del mondo.

Inchiostro, pennelli e carta sono gli elementi indispensabili della sua tavolozza compositiva.

Si iscrive all’Istituto Statale d’Arte per il corso di Pittura e Decorazione Pittorica,
successivamente completa gli studi presso l’Accademia di Belle Arti in Urbino.

Questi anni sono contraddistinti da una sperimentazione materica in più ambiti dell’arte applicata
e il primo approccio con le grandi superfici.

Nasce in lei l’interesse per la street-art che troverà ampia soddisfazione nei progetti di riqualificazione urbana.

Nel 2010 si trasferisce a Berlino e si avvicina al mondo dell’illustrazione e animazione.
In questo periodo abbandona tele e pennelli per tornare all’inchiostro, alla carta, al bianco e nero.

Un rinnovato amore per i suoi luoghi d’origine e l’esigenza della narrazione sono il punto di svolta per intraprendere una nuova strada.

Oggi vive e lavora in Abruzzo, dove prende forma la sua ricerca artistica.










Michela di Lanzo

Michela di Lanzo

Categorie

Ci scusiamo per l'inconveniente.

Prova a fare nuovamente la ricerca